La leggenda della casa stregata di Trebbo

 

 

A Castel Maggiore, nella frazione di Trebbo di Reno, una leggenda vede protagonista una vecchia e antica villa. Si racconta che Carlo Cesare Malvasia, storiografo d’arte e scrittore vissuto tra il 1611 e il 1693, trascorreva in questa villa di campagna l’estate.

Circondata da imponenti mura, la casa al civico 449 di via Zanardi, fu della famiglia Malvasia fino alla seconda metà dell’Ottocento. Subì poi diversi passaggi di proprietà e oggi è nota come Villa Clara. Ma chi era Clara? E’ su questo nome infatti, che si narra una leggenda.

Gli anziani hanno sempre raccontato che si trattava di una giovane, figliastra di uno dei padroni di casa che scoprì la fanciulla amoreggiore con un ‘sottoposto’. Sentendosi disonorato Clara fu costretta a vivere per sempre tra le mura di casa, privata della sua libertà. La leggenda narra che la giovane non trovò mai più pace e che passata a miglior vita si sarebbe trasformata in un fantasma, che ancora oggi si aggirerebbe nella villa piangendo e lamentandosi.

Sulla storia di Clara c’è anche un’altra versione. C’è infatti, chi racconta che questa fosse una bambina con poteri di chiaroveggenza, nata agli inizi del ‘900, e che il padre terrorizzato dai suoi poteri la fece murare viva all’interno della villa.

Dagli archivi però, emerse anche che Clara era il nome di una delle ultime proprietarie della villa, ma che nulla della sua vita ha mai ricondotto a simili storie.

Ma tra scettici e superstiziosi, la villa è stata nel corso degli anni anche meta di curiosi e sensitivi.

http://www.bolognatoday.it/social/villa-clara-casa-stregata-leggenda-trebbo.html